Programma della 70^ Edizione
Percuotere la mente

I concerti sinfonici

Per il ciclo degli appuntamenti sinfonici, attesissimo il debutto di sir Simon Rattle, successore di Claudio Abbado sul podio dei Berliner Philharmoniker, per la prima volta a Rimini (23 agosto) alla testa di una delle più blasonate formazioni sinfoniche internazionali, la London Symphony Orchestra in un programma che spazia dalle Danze ungheresi di Johannes Brahms alla Seconda Sinfonia di Sergej Rachmaninov.

A Rimini fa tappa una fra le migliori formazioni sinfoniche del Nord Europa: la Rotterdam Philharmonic Orchestra (3 settembre) affidata alla guida dal giovane maestro israeliano Lahav Shani, scoperto dal grande Zubin Mehta, per due celeberrimi brani coreografici del Novecento storico, Petrushka di Igor Stravinkij e La Valse di Maurice Ravel, con il Concerto per violino in sol minore di Max Bruch, solista la giovane e ammirevole Vilde Frange.

Jordi Savall affronterà (11 ottobre) l’esecuzione della Terza e della Quinta sinfonia, due capolavori beethoveniani proposti in una lettura ‘storicamente informata’ grazie al suono degli strumenti originali di cui si vale Le Concert des Nations, formazione fondata da questo indiscusso maestro della musica antica.

Sul podio dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con un programma incentrato sulla Seconda Sinfonia di Franz Schubert e la Prima Sinfonia di Johannes Brahms, debutta a Rimini (14 dicembre) il maestrovenezuelano Gustavo Dudamel il cui sensazionale talento si è rivelato grazie al progetto didattico El Sistema, modello educativo ammirato in tutto il mondo.

Aree Tematiche: 

Concerti sinfonici