Nuvolario

nuvolario

OHT Office for a Human Theatre 

musica di Steve Reich
eseguita da Sentieri selvaggi

regia, scena e scrittura FILIPPO ANDREATTA
video CGI FRANCESCO D’ABBRACCIO
assistente alla regia THAIZ BOZANO
direttore di scena COSIMO FERRIGOLO
sviluppo e comunicazione ANNA BENAZZOLI
fotografie GIACOMO BIANCO, produzione CHIARA BOITANI
amministrazione LUCREZIA STENICO

Musica di S. Reich / Music for 18 Musicians eseguita da Sentieri selvaggi

co-produzione 
Fondazione I Teatri / Festival Aperto Reggio Emilia, 
Romaeuropa Festival, Sagra Musicale Malatestiana, Residenza artistica Centrale Fies, Teatro alla Cartiera Rovereto
Con il contributo di MiC, Provincia Autonoma di Trento, Fondazione Caritro di Trento e Rovereto
 

Rimane quanto mai illuminata la scelta di pensare a lavori in cui compaiono e si intersecano linguaggi diversi, intorno a partiture o contemporanee o barocche, con progetti predisposti per le avanguardie teatrali italiane. E’ così che la compagnia teatrale OHT, guidata dal suo regista mentore Filippo Andreatta, decide di confrontarsi con il teatro musicale, nel primo dei due lavori che presentiamo: nuvolario, un invito a guardare all’in su, un omaggio alla potenza visiva delle nuvole nel più semplice dei giochi teatrali, quello di vedere quello che non c’è. Un teatro d’aria. OHT evoca quello di cui ci scordiamo e di cui, tuttavia, viviamo: l’aria. Inafferrabili impressioni di paesaggi celestiali, le nuvole sono il raro istante in cui l’aria si materializza diventando visibile a occhio nudo. nuvolario è una tassonomia delle nuvole in forma teatrale e musicale. E la drammaturgia visiva di nuvolario dialoga con Music for 18 Musicians, uno dei capolavori del compositore newyorkese Steve Reich. La musica di Reich inizia con una serie di pulsazioni che si moltiplicano rapidamente diventando un vortice sonoro simile a quello che succede in teatro dove il battito cardiaco del pubblico si disciplina su un ritmo comune. In teatro, così come in Music for 18 Musicians il respiro dà la misura al nostro battito cardiaco, come la drammaturgia e la regia di Filippo Andreatta, insieme alla musica dal vivo affidata a Sentieri selvaggi, ci farà vivere sul palcoscenico del Teatro Galli.

Prevendita dal 4 maggio

Biglietto unico € 20,00 comprendente anche lo spettacolo del 31 ottobre

2024
Percuotere la mente